MUS-MUSCULUS copia

DERATTIZZAZIONE MUS MUSCULUS

I topi adulti misurano una ventina di centimetri, di cui la metà o poco meno spetta alla coda: il peso invece oscilla fra i 10 ed i 25 grammi.l pelo corto e lucente, varia individualmente dal brunastro al nero. Esso ricopre interamente il corpo, tranne zampe, orecchie, coda e punta del muso, che sono quasi del tutto glabre e di colore grigio-rosato. Il corpo del topo si può dividere in tre parti: La testa, dalla forma allungata, contiene la bocca (delimitata da due labbra) e gli organi sensoriali olfattivo, visuale e uditivo. Gli occhi sono neri, lucidi e muniti di palpebre. Essendo l’animale di abitudini crepuscolari e notturne, non necessita della visione a colori e perciò si suppone che la sua vista sia in bianco e nero o solo leggermente a colori. Sulla sommità del cranio si trovano le orecchie, che hanno padiglione glabro e membranaceo. Il senso dell’udito nei topi è molto sviluppato, infatti essi possono udire frequenze fino ai 100 kHz e forse anche maggiori, quindi ben oltre la soglia degli ultrasuoni. Il topo è in grado di comunicare con i suoi simili sia con suoni udibili all’orecchio umano (squittii), generalmente utilizzati per i richiami a lunghe distanze, sia con richiami ultrasonici, utilizzati nella comunicazione su breve distanza. Sulla punta del muso si trovano le narici e l’organo di Jacobson, utilizzato dall’animale per individuare i feromoni, secreti dalle ghiandole prepuziali di ambo i sessi e rilasciati a che tramite le lacrime. Sulla punta del muso sono site inoltre le sensibili vibrisse, che hanno funzione tattile e vengono utilizzate dall’animale anche per comprendere le dimensioni degli anfratti nei quali si trova. Al tronco si attaccano lateralmente due paia di zampe, centralmente le mammelle e gli orifizi urinari, genitali ed anali. Esso è separato dalla testa da un collo ben distinguibile, nel quale, oltre al timo propriamente detto, si trova una seconda ghiandola con struttura e funzione simili, posta nei pressi della trachea. Le zampe, tutte all’incirca della lunghezza di un paio di centimetri (a differenza di quele del topo selvatico, le cui zampe posteriori sono ben più lunghe delle anteriori), sono divisibili a loro volta in tre segmenti: La tacca nei denti anteriori superiori è na buona indicazione per la determinazione corretta della specie. Un gruppo di topi si accalca in un nascondiglio. La mano possiede 4 dita ben sviluppate e munite di artigli, un pollice molto corto e 5 callosità palmari. Il piede possiede 5 dita, ben sviluppate e munite di artigli. Sui punti di appoggio si sono sviluppate delle callosità la cui disposizione varia a seconda dell’individuo. Le mammelle sono presenti unicamente nelle femmine in numero di cinque paia, tre pettorali e due inguinali o pelviche. Nella femmina, l’uretra si apre davanti alla vagina, che si apre a livello della vulva. L’ano è separato dalla vulva tramite un piccolo perineo. Nel maschio, gli orifizi urinario e genitale sono confusi all’estremità del pene, normalmente nascosto in una piega cutanea, il prepuzio. I testicoli normalmente intra-addominali possono scendere nella cavità addominale ricoperti di un sacco cutaneo, lo scroto: l’ano è alla base della coda in ambedue i sessi. La coda è lunga all’incirca quanto il tronco e la testa messi assieme: essa è ricoperta di scaglie cornee epidermiche disposte ad anelli, tra le quali si inseriscono alcuni piccoli peli.

Metodi di lotta

Esche con anticoagulanti

Cattura con trappole

Pest proofing

banner1-1920x1281

Mariposa disinfesta da ogni cosa

CON OLTRE 25 ANNI DI ESPERIENZA OFFRIAMO DISINFESTAZIONI, DERATTIZZAZIONI, ALLONTANAMENTO PICCIONI AD ABBIATEGRASSO E TUTTA L’AREA OVEST DI MILANO.

Non aspettare, chiama ora!

Chiama 02 91439617

Per richiedere maggiori informazioni sui nostri servizi di disinfestazione o per fissare un sopralluogo gratuito.
Compila il modulo sottostante oppure chiamaci al numero +390291439617