Home  >  Infestanti  >  Mosche  >  Mosche carnarie

Mosche carnarie

Le mosche carnarie (Calliphoridae. Sarcophaga sp.) sono grossi mosconi grigi (10-14 mm), non metallizzati, con 3 bande scure sul torace.

Sono mosche vivipare, che depongono direttamente larve sulle carogne di animali morti o sulla carne fresca, ma che possono deporre anche su qualunque altro substrato organico.

Le larve sono particolarmente grosse e resistenti (i famosi “bigattini” da pesca) e come quelle delle Calliphoridae, possono dare gravi disturbi gastrici ed enterici se ingerite. Fortunatamente le mosche carnarie entrano nelle case molto meno frequentemente degli altri mosconi già ricordati. Il ciclo biologico è piuttosto veloce, impiegando, per completarsi, dagli 8 ai 21 giorni, a seconda della temperatura. Questa mosca compare fin dalla primavera e produce parecchie generazioni Sea: durante tutto l’arco della stagione calda. 

Indice dei contenuti

Come eliminare Mosche

Per le mosche, come anche per tutti gli altri insetti di interesse domestico, allo stato attuale è necessario predisporre ed attuare strategie di lotta integrata: opere di prevenzione, lotta con mezzi fisici, lotta chimica e lotta biologica.

Altre tipoligie di Mosche

Vedi altre tipologie di Mosche

Zanzara Aedes e rischio febbre gialla, scopri come proteggerti!

Il Ministero della Salute ha rilasciato una circolare che offre consigli pratici e misure preventive per limitare il rischio di infezioni da zanzare durante eventi sportivi e altre attività all’aperto.

PREVIENI LA DIFFUSIONE
CON MARIPOSA DISINFESTAZIONI